lunedì 1 settembre 2014

Confettura di albicocche cardamomo e zenzero


Ben arrivato Settembre !!
Eccomi  pronta per ripartire con tante ricette.
In attesa di tornare ai fornelli giusto per darvi il bentornato e iniziare questo mese di Settembre vi lascio una ricetta -non ricetta preparata prima di partire per le vacanze.
Per quante ne ho mangiate prima di partire mi sarei dovuta abbronzare all'istante ..invece anche quest'anno, nonostante le albicocche,  sono rimasta fedele alla mia pelle da dama dell'800. 
E ne vado molto orgogliosa.

Quest'anno oltre la solita protezione 50+ scendevo in spiaggia nelle primissime ore del mattino per portare la panellina a respirare lo iodio e poi verso le 10,30 via di corsa in pineta e poi a casa per scendere di nuovo dopo le 18. E stata dura svegliarsi prestissimo per me che amo dormire la mattina ma devo dire che invece alla fine superata la fase iniziale è molto piacevole il mare al mattino presto.
E poi quest'anno c'era lei e tutto si fa per loro!

Prima di partire complice delle spezie profumatissime arrivate direttamente dall'India, grazie alla mia amica Rosalia.,..non ho saputo resistere e ho preparato un po di vasetti di confettura.
Non c'e niente da fare le spezie comperate in India hanno un' altra fragranza..ma prima o poi farò
anche io un viaggio in questa terra misteriosa e allora ritornero con tante valigie  cariche di spezie come facevano i mercanti veneziani.



CONFETTURA DI ALBICOCCHE ZENZERO E CARDAMOMO

2 kg di albicocche mature bio
700 gr di zucchero
scorza e succo di 1 limone bio 
10 bacche di cardamomo verde
10 gr di radice di zenzero fresco

Lavate le albicocche, tagliatele a meta e snocciolatele. 

In una casseruola mettete le albicocche, lo zucchero, il succo e la scorza del limone e lo zenzero pelato e tagliato finemente. mettete invece i semini del cardamomo dentro una garza ben chiusa, che poi toglierete. lasciate macerare almeno 4-5 ore in frigo. Riprendete la vostra frutta e fatela bollire a fuoco vivace per circa 30 minuti o comunque fino a quando avrà raggiunto la consistenza che desiderate. A me piace non troppo liquida, poi se preferite potete frullarla ma secondo me non è necessario. Nel frattempo sterilizzate i vasetti di vetro facendoli bollire in acqua per 20 minuti, compreso il coperchio. Scolateli su un canovaccio pulito. Versate la confettura ancora bollente nei barattoli, pulite il bordo con un panno pulito chiudete e capovolgete. 
Conservare in luogo fresco e buio.

giovedì 28 agosto 2014

Insalata di grano saraceno con cipolline borettane al cumino




Ormai sarete rientrati tutti o quasi dalle vacanze ed è ora di tornare ai fornelli.
Io sono rientrata a Roma lunedì sera e dopo aver sistemato le valigie e la montagna di panni ieri ho deciso di mettere a posto la dispensa e così mi sono imbattuta in un contenitore di grano saraceno ancora pieno, comperato e usato pochissimo. Ho detto oggi ci facciamo una bella insalata con questo qua, e così voila in men che non si dica con quello che avevo in frigo e con delle piccole cipolline riportate dall'Abruzzo e uscito fuori questo piatto unico.


INSALATA DI GRANO SARACENO CON CIPOLLINE BORETTANE AL CUMINO

200 gr di grano saraceno
3 zucchine romanesche di medie dimensioni
5 cipolline borettane
1 manciata di olive taggiasche snocciolate
1 pomodoro cuore di bue grande
2 spicchi di aglio rosso
sale
olio evo
1 cucchiaino di semini di cumino

Tagliare le zucchine a brunoise e metterle in padella con l'aglio tagliato a fettine sottili, le olive snocciolate e un filo di olio. Lasciare cuocere con il coperchio a fuoco moderato. Togliere e versare sul grano saraceno. Nella stessa padella saltare le cipolline tagliate in quattro parti con un po di sale, un filo di olio e qualche semino di cumino.
Tagliare il pomodoro a dadini e unire al grano saraceno. Mescolare bene e aggiungere un filo di olio. servire in ciotole individuali.

mercoledì 13 agosto 2014

Invito in giardino per Il Brunch della domenica



Vorrei invitare gli amici a casa per salutarli prima che partano per le vacanze oppure non appena rientrano per raccontare loro del nostro ultimo viaggio, ma non ho voglia di fare una cena stressante  allora ho deciso di organizzate un brunch domenica prossima.

Il brunch non e una tradizione italiana ma prettamente anglosassone a meta strada tra la colazione e il pranzo perfetta da organizzare nel weekend quando seguo i ritmi biologici e amo svegliarmi quando il mio corpo lo decide e quindi e troppo tardi per fare colazione e troppo presto per pranzare.

In genere il brunch inizia verso e 11 per proseguire per il pomeriggio. Se avete la fortuna come me  di avere  un giardino o un terrazzo allora il vostro brunch sarà veramente englishstyle.

Ma come organizzare un brunch in modo perfetto?

La cosa importante e pensare al menu che deve essere assolutamente preparato tutto o quasi in anticipo evitando così di passare ore in cucina il giorno dell’invito.
Per il vostro brunch dovete pensare sia a ricette dolci tipicamente da colazione ma anche a tante ricette salate.



Per il menu salato mi sono ispirata  ad un bellissimo libro che uscirà in edicola il 3 settembre con OGGI, Donna Moderna e Sorrisi si tratta del volume della collana Il Cucchiaio d’Argento dedicato a Torte salate, pizze e focacce, un libro che deve assolutamente essere presente nella vostra libreria se vorrete organizzare un brunch.
Tutta la collana "Il Cucchiaio d’Argento - Scuola di cucina", in edicola con il primo volume dal 27 agosto, è un’opera imperdibile con circa 1800 ricette e tante idee creative per organizzare qualsiasi tipo di festa o cena a casa vostra.


Dal volume Torte salate, pizze e focacce ho estrapolato un’idea di menu per un brunch estivo con gli amici……ecco la mia idea

  • Quiche di zucchine





  • paninetti aromatici che potrete riempire con prosciutto crudo
  • pizza di baccalà
  • erbazzone
  • panbrioche allo zafferano da accompagnare con un buon salame
  • calzone vegetariano
  • pizza ligure
  • pissaladiere
  • canapè alle verdure grigliate
  • mini croquet monsier


Una volta ideato il menu non vi resta che pensare ad allestire la tavola che accogliera tutte le vostre creazioni mettendo una bella tovaglia bianca e posate,tovaglioli di carta, bicchieri e piatti colorati possibilmente giocando con i toni pastello che renderanno il brunch molto chic.
Non dimenticatevi di posizionare al centro del tavolo un bellissimo vaso trasparente pieno di fiori colorati, anche di campo vanno benissimo.
Cosa manca? Si ecco le bevande.
Una brocca con del the fresco, un teiera con del buon caffè espresso e tanta acqua e bibite fresche magari succhi di frutta preparati in casa.

Questa è la mia idea per un brunch estivo con gli amici..cosa mi resta da fare?

 ah si certo devo scegliere il giorno e dirlo ai miei amici..a voi invece non resta che correre in edicola il 3 settembre a prendere il Volume Torte, pizze e focacce di Il Cucchiaio d'Argento!!!!


mercoledì 30 luglio 2014

Risotto Nostalgia delle Eolie con profumo al cumino per #galleriadelsaporeCirio





Come una Cenerentola del food quasi allo scoccare della mezzanotte riesco a pubblicare questa ricetta.
Lo scorso 2 luglio si e svolto a Roma presso la scuola di cucina del Gambero Rosso l'evento #GalleriadelsaporeCirio.

Questa la ricetta che ho improvvisato quella sera e che poi ho rifatto a casa.



Risotto nostalgia delle Eolie con polvere di cumino

Dissalare i capperi tenendoli a bagno in acqua fredda e cambiando l'acqua per tre volte.
Preparare il brodo con cipolla, carota e sedano e lasciare bollire per circa 45 minuti. Filtrare e tenere da parte. Sminuzzare capperi e le olive. Togliere la buccia della melanzana e tenere da parte.
Nel frattempo in un padella antiaderente tostare i pinoli e  tenere da parte, successivamente nella stessa padella tostare i semi di cumino e poi pestarli fino a ridurli in polvere.
In una casseruola fare un soffritto con la cipolla rossa tagliata finemente, i capperi e le olive sminuzzate, l'origano e lo spicchio di aglio. Aggiungere le melanzane tagliate a tocchetti, la polvere di cumino e salare. Lasciare cuocere per circa 5 minuti poi aggiungere la polpa di pomodoro, mescolare bene e lasciare cuocere 10 minuti. A questo punto unire il riso e lasciarlo tostare per circa 3 minuti. Unire poco alla volta il brodo fino alla cottura del riso, circa 20 minuti per un buon riso.
Porre al centro del piatto un coppapasta e riempirlo con il riso pressando bene con il dorso di un cucchiaio per uniformarlo.
Nel frattempo friggere le bucce di melanzana in abbondante olio per pochissimi minuti, toglierle e porle su carta assorbente da cucina. Togliere il coppapasta. Decorare il risotto con i pinoli tostar, un filo di olio e le bucce di melanzana fritta.