lunedì 29 novembre 2010

Un lago di Cigni per a SWEET WHITE MOMENT


Quanto sono romantica!!??Ci sono momenti in cui si ha voglia di qualcosa di dolce alcuni dicono "per mancanza di affetto" ma io dico che è pura golosità! Quando ho visto il contest goloso di Ambra di Il Gattoghiotto ho subito pensato a un pasticcino goloso ma che fosse particolare e che non mi impegnasse troppo tempo (alla fine infine di tempo ce ne vuole per preparare sti cigni)  e così pensa che ti ripensa sfoglia che ti sfoglia tutti i libri che ho in casa ecco l'illuminazione la trovo nel libro di "Dolci della tradizione" del Corriere della Sera un libro che ho riscoperto e di cui  finora non ho provato neanche una ricetta, trovo questi bellissimi cigni con la pasta choux . L'avete mai provata? si insomma la pasta dei bignè , beh io la adoro da quando ho imparato a farla al corso del Gambero Rosso me ne sono innamorata e pensare che credevo che fosse una cosa complicatissima di alta pasticceria.!!!! La preparazione di questa pasta è molto semplice , la difficoltà di questa ricetta sta nella creazione dei cigni. Si deve infatti cercare di essere precisi nella suddivisione della pasta choux in piccoli mucchietti simili tra loro e fin qui tutto ok....l'altro passo complicato sta nel disegnare le 'esse' dei colli dei cigni ...che diciamo non è così semplice a meno che di essere un pittore.... comunque è stato divertente prepararli.....alla fine quasi mi è dispiaciuto distruggerli mangiandoli.


CIGNI DI PASTA CHOUX

Ingredienti per 6-8 persone (circa 12 cigni e un profiterol)
150 gr di farina 00
120 gr di burro
6-7 uova (dipende dalla grandezza)
70 gr di zucchero a velo
2 dl di panna
sale

Preparate i cigni il giorno prima, con queste dosi ho preparato circa 10 cigni e 1 profiterol!!! Potete usare l'impasto come preferite o tutti cigni per fare uno splendido lago o come ho fatto io con la restante pasta choux fare un profiterol.
Procedete in questo modo per la pasta choux (la adoro) . In una casseruola versate 2 dl di acqua,  aggiungete il burro, un pizzico di salee mettete sul fuoco, portate a ebollizione. Spegnete la fiamma e togliete i recipiente dal fuoco e gettatevi in un solo colpo la farina setacciata (sisi in una botta sola) lavorate energicamente l'impasto con un cucchiaio di legno. Rimettete la casseruola sul fuoco, mescolate finchè l'impasto si staccherà dalle pareti e dal fondo deve venire una palla omogenea ed elastica. togliete dal fuoco e lasciate intiepidire se preferite mettete in una terrina io l'ho lasciato nella casseruola per non sporcare un altro impiccio. A questo punto, dopo che l'avete lasciato intiepidire) incorporatevi le uova , uno alla volta mi raccomando e non unite l'altro finchè il precedente uovo non si è amalgamato completamente all'impasto! Il chef del Gambero Rosso mi ha insegnato ad amalgamare le uova direttamente con le mani ..lo so non è molto elegante ma è efficace e funzionale. provateci.
Dovrà risultare un impasto morbido ma consistente (una specie di frolla per intenderci).
Mettete l'impasto in una tasca da pasticciere con una bocchetta liscia di diametro di 1 cm e formate sopra una placca da forno, ricoperta da carta,  12 ovali di pasta delle stesse dimensioni ; poi sostituite la bocchetta con una da 3 mm e premendo con la tasca formate delle "esse" che serviranno a formare il collo dei cigni, ad una delle estremità di ogni 'esse' formate un triangolino facendo la punta  che sarà la testa del cigno. Sembra difficile a descriverlo ma basta solo un pò di manualità. Ponete la placca nel forno già caldo a 180°C, e fate cuocere per circa 15-20 minuti finchè la pasta diventa dorata.  Consultate il libretto del vostro forno per la temperatura adatta per i bignè. Togliete dal forno e lasciate raffreddare, quindi tagliate gli ovali di pasta a metà nel senso della lunghezza e dividete la parte superiore di nuovo a metà per formare le ali dei cigni. Montate la panna con lo zucchero a velo e mettetela in una tasca da pasticciere o in un siringa con bocchetta dentellata e riempite i mezzi ovali (cioè il corpo del cigno per intenderci) inserite il collo ( cioè la esse) e le ali cosparse con lo zucchero a velo. Ponete il piatto con i cigni in frigo fino al momento di servire



Con questi cigni partecipo al dolce contest di Ambra


10 commenti:

  1. Ciao,
    siamo una trattoria siciliana di Milano. Siamo in via Savona. Ci piace il tuo blog.
    Siamo appena partiti, ma posteremo tutto all'insegna della Sicilia: ricette, vini, racconti di città e cultura.
    Se ti va puoi seguirci.
    A presto!
    Trattoria Trinacria
    http://trattoriatrinacria.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Che belli tesoro!!!!Sei bravissima!!!Sono contenta che tu sia riuscita a partecipare!!!!!Ti aggiungo appena posso alla lista!!Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  3. sono un amore claudia una piccola bomboniera, quasi un peccato mangiarli!!!davvero ben fatti e che momento dolce sarebbe assaggiarli!!bacioni imma

    RispondiElimina
  4. La voglia di dolce hai ragione, è pura golosità e con questi cigni romanticissimi sei riuscita a toccare l'apice del piacere, dentro tutta quella panna ci affonderei, davvero bravissima!
    Baciotti e buon lunedì
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  5. Oh! Anche io adoro la pasta choux! Non a caso il mio avatar...
    Ma che belli sono questi cigni?? Da pasticceria...

    RispondiElimina
  6. Bellissimi cigni , un abbraccio Claudia e una buona settimana

    RispondiElimina
  7. Ragazze grazi e a tutte. passo nei vostri blog!!

    RispondiElimina
  8. Che belli i cigni! Sono carinissimi e a dirti la verità sono tentatissima a provarci anch'io!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ciao piacere di conoscerti,sono anch'io di Roma e mi sono unita ai tuoi lettori...sono magnifici questi cigni...
    ciao buona giornata

    RispondiElimina
  10. Ciao cara, ho aperto un blog da poco e sto visitando i vostri...ma ragazze quanto siete braveeeee!!!!! aiuto io non potrò mai farcela. Mi piace tanto il tuo blog lo seguo senza meno.
    Vieni a fare un giro nel mio. Ciao da meris di vaniglia e cannella
    http://vanigliaecannella-bellissima2010.blogspogt.com

    RispondiElimina

Lascia un semino di cardamomo per segnalare il tuo passaggio