sabato 21 gennaio 2012

Risotto chic: con crema di cavolfiore, porro croccante e foglie di paprika





Si sa l'italiano ama la pasta, il riso è considerato un alimento da mangiare quando si sta male ( sapete quante volte l'ho sentito dire??)  mio marito invece lo preferisce è molto japanstyle fosse per lui mangerebbe sempre riso,  e visto che ieri sera ho preparato una cenetta romantica ho preparato un risotto presentato però in modo chic, ma con tanto amore per la mia dolce metà.

Durante il mio foodivagare per l'Italia, lo scorso anno, nelle Langhe piemontesi ho avuto occasione di conoscere l'azienda agricola San Massimo e il loro riso.
La riserva San Massimo per le sue caratteristiche ecologiche, faunistiche, botaniche e forestali rappresenta una delle più interessanti aree naturali del Parco Lombardo della valle del Ticino, riconosciuta sito di interesse comunitario nel 2004.
Il loro riso, l'autentico Riso Carnaroli, l'ideale per i risotti è prodotto esclusivamente con sementi certificate e non viene miscelato con altri risi di varietà simili.

Ringrazio Massimo Bove per avermi parlato della riserva e del loro modo di produrre il riso carnaroli, voi potete leggere qui 



Risotto chic con crema di cavolfiore, porro croccante e foglie di paprika

100 gr di riso carnaroli Riserva San Massimo
1 porro
100 gr di cimette di cavolfiore
brodo vegetale q.b.
foglie di paprika di Emporio delle Spezie 
olio extra vergine di Marina Colonna
olio di arachidi per friggere



Lessare le cimette di cavolfiore in abbondante acqua salata. Quando sono ben cotte scolarle e con una forchetta ridurle a crema. Nella stessa acqua di cottura lessare le foglie verdi del porro immergendole delicatamente nell'acqua bollente per circa 5 minuti devono risultare morbide ma non troppo , passarle velocemente sotto l'acqua fredda e tenere da parte. In una piccola casseruola rosolare il porro tagliato a listarelle sottilissime con un filo di olio aggiungere le cimette di cavolfiore sbriciolate e lasciare insaporire qualche minuto poi  aggiungere il riso lasciarlo tostare per circa 3 minuti aggiungere il brodo bollente man mano che il riso lo assorbe . Lasciare cuocere per 20 minuti deve risultare morbido e ben amalgamato con il condimento. Prendere un coppapasta e posizionarlo al centro del piatto, all'interno lungo il bordo inserire la foglia di porro verde e poi al centro  versare  il riso pressandolo bene con il dorso di un cucchiaio.
Nel frattempo scaldare l'olio di arachidi e quando è giunto al punto di fumo (controllate immergendo uno stuzzicadenti se fa le bollicine è pronto) tuffarci il porro tagliato a rondelle, leggermente infarinato in precedenza. Lasciare cuocere finchè risulta dorato e croccante, scolare su carta assorbente e metterlo sul riso, completare con foglie di paprika e un filo di olio evo .


scusate per le tante foto ma mi son sembrate tutte belle.



Anche questa ricetta, visto che ha come ingredienti il cavolfiore  e il porro, partecipa al contest di Ambra e Malvarosa edizioni 




e anche al calendario 2012 di Ornella di ammodomio


27 commenti:

  1. non avevo mai visto una foglia di paprika....e non avevo mai visto un risotto così chic! Brava!! Pure io amo i risotti più della pasta =) buon fine settimana...mi lasci con un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! son contenta strappare un sorriso mi riempie di gioia. baci e buon weekend anche ate

      Elimina
  2. Hai fatto bene a postare tutte queste foto che trovo meravigliose! Questo risotto é particolare e molto chic :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male ..non sapevo propri quale scegliere. :-)

      Elimina
  3. fantastica la ricetta, gli ingredienti sono ricercati ed equilibrati e favolosa la foto, davvero chic!! mi viene voglia di primavera a vedere queste foto, bravissima!! buon fine settimana, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per tutti questi complimenti..la ricercatezza della presentazione è sempre una sfida con cui mi piace cimentarmi. buon weekend a te. baci

      Elimina
  4. Bello e saporito.
    Il riso di San Massimo non lo conosco, con questo tuo vagabondare mi fai venire delle voglie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ross è uno dei risi più buoni mai mangiati e la riserva è meravigliosa...vedi che vagabondare serve a qualcosa?? :)

      Elimina
  5. Foglie di paprika!? UAU questa mi mancava. Ma sei troppo brava!

    RispondiElimina
  6. La presentazione di questo riso è molto scenografica, complimenti!Mi hai fatto venir voglia di provare queste foglie di paprika!

    RispondiElimina
  7. Mamma miaaaaaaaa!!!!!!!!La ricetta mi fa venire l'acquolina ma la presentazione mi fa impazzire!!!!Bravaaaaa!Un bacio bellezza!!Smack!

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia di ricetta e di foto...e le foglie di paprica???
    Tutto stupenderrimo!!!
    buon we
    loredana

    RispondiElimina
  9. la presentazione è super chic e la ricetta molto invitante, brava!!!

    RispondiElimina
  10. Caspita che risotto chiccoso! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  11. Ecco in questo piatto oltre agli ingredienti io vedo l'amore...e la speranza...che bei colori....poi le foglie di porro mi danno una sensazione di abbraccio oltre al riso anche alla tua dolce meta'....complimenti....per me la cucina e l'atto di amore piu' nobile!!!!!!!Buona vita e buona cucina!!!!

    RispondiElimina
  12. Sono sicuro che tuo marito abbia apprezzato moltissimo questo risotto chicchissimo direi e altrettanto buono...troppo brava tesoro al presentazione è davvero superrrrrrrr!!baci,Imma

    RispondiElimina
  13. che foto meraviglia, hai fatto un capolavoro!!!

    RispondiElimina
  14. un aportata da fare invidia ai migliori chef!!!! bravissimaaaaa sei una grande dell'impiattamento lo sai? buon week ^_^

    RispondiElimina
  15. complimenti! ricetta interessante e presentazione deliziosa!

    Spery di "babà che bontà"

    RispondiElimina
  16. Ma che bel blog che ho scoperto... Complimenti per le ricette!!
    Mi sono aggiunta ai tuoi followers di google friends... Se ti va passa a trovarmi, sei la benvenuta.
    LaMagicaZucca

    RispondiElimina
  17. scusate se vi rispondo solo ora ma blogger non mi faceva commentare..
    @Elisa: anche per me è stata una bella scoperta!!!!sei troppo gentile
    @Lacucina spontanea: grazie!! se le trovi provale ..fantastiche e molto decorative
    @Ambra: se lo dici tu cara allora sto facendo progressi. bacioni
    @Loredana: grazie...cerco di migliorarmi ogni giorno mi fa piacere che si apiaciuta. baci
    @Gio: ecco la parolina "chic" mi piace tantissimo.grazie
    @Marina: credimi è anche buono!!!! eheheh..grazie
    @Graal77: ma grazie per le tue belle parole, mi piace l'idea dell'abbraccio ..hai capito come sono da una foto!! Grazie mille e buona giornata
    @dolciagogo: si lui ha apprezzato mangiandolo in un attimo!!!! baci
    @Valentina: grazie cara!!!cerco di fare del mio meglio
    @Monia: beh ora non esageriamo...be riguardandola però...eheheh ...Grazie per i complimenti
    @Spery: ciao!!! piacere di conoscerti
    @lamagicazucca: ..non ti vedo ..ma forse ti eri già iscritta!! passo da te e grazie

    RispondiElimina
  18. Bella anzi bellissima presentazione:-)) Sai che anch'io prima del blog pensavo così, pensavo che il riso andasse bene solo da ammalati, vero! Adesso invece no, lo mangio spesso!! Un abbraccio Claudia

    RispondiElimina
  19. Sono vegana e tutte le ricette che non hanno niente di carne ,latte ,uova,per me sono una gioia ,percio questa me la segno e vediamo se me la preparo in settimana.Daniela

    RispondiElimina
  20. credo sia una delle più belle ricette che abbai mai visto su un foodblog...io adoro il sito, più della pasta, capisco tuo marito ;)

    RispondiElimina
  21. Meraviglioso!!! Non commento spesso nei blog, non per non volerlo fare ma per mancanza di tempo, ma questo veramente, non potevo non farlo!!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  22. Complimenti sembra davvero eccezionale...

    RispondiElimina

Lascia un semino di cardamomo per segnalare il tuo passaggio